Saper essere

Le nostre lacune non riguardano il come – cioè cosa fanno i leader e come lo fanno – ma il chi: chi siamo e qual è la sorgente o il luogo interiore in base al quale operiamo, a livello sia individuale che collettivoOtto Scharmer

Circa vent’anni fa organizzammo un convegno per medici specialisti e, dopo lunga ricerca, decidemmo di intitolarlo “sapere, saper fare e saper essere“. Fu considerato un titolo strano, che il mio capo dell’epoca faticò ad approvare. È passato parecchio tempo, ma soprattutto sono cambiate molte cose.

Oggi sono molti a sostenere, anche e soprattutto in ambito di business, che sapere, saper fare e saper essere sono tre elementi fondamentali e imprescindibili e diverse scuole di business, molto prestigiose, si sono dedicate allo sviluppo del saper essere come via imperativa per il successo, la buona riuscita delle aziende e l’affermazione professionale.

Potremmo dire che, complice la crisi, il mondo degli affari ha scoperto che l’interiorità dell’individuo è prioritaria. Possiamo anche sostenere che esiste una tensione spirituale sempre più accentuata che non viene più ritenuta alternativa, quando complementare a potenziante il successo professionale.

Io ho alcune mie riflessioni in merito (definirle teorie sarebbe davvero troppo) che vengono raccontate in diversi articoli.

L’essenza è che, per me, sviluppare il saper essere è una specie di bisogno primario, e quando ne parlo riscontro lo stesso bisogno negli altri. A volte come semplice gestione dello stress, a volte come superamento di momenti difficili, altre volte come necessità di ridisegnare la società in cui viviamo.

Cosa leggere

Posso dire che sostanzialmente tutto il blog è dedicato al saper essere o, per essere più precisi e specifici, al saper essere “salmoni”, saper essere se stessi, saper andare controcorrente senza sentirsi strani, né superiori né inferiori agli altri.

Tuttavia, per facilitare la navigazione a voi e semplificare l’organizzazione del lavoro a me, alcune categorie sono più rilevanti di altre su questa tematica: Benessere e sviluppo personale, Femminilità in cammino, Le cinque discipline – con particolare riguardo a Padronanza personale e Modelli mentali.

Su cosa sto lavorando

  • Sto studiando. E questo è l’elemento più importante.
    • Sto studiando la Kabbalah ebraica.
    • Sto studiando Eckhart Tolle, Zygmunt Bauman, e molto altro
  • Sto rivedendo il progetto Femminilità in cammino, con tutto quello fa parte del progetto
  • Ho pubblicato il libro Volontà e DestinoL’I Ching come mentore nella vita quotidiana Editore Riguardi, reperibile in alcune librerie (poche) e facilmente reperibile via web (IBS; AMAZON, Unilibro, …)
  • Sto scrivendo un libro un po’ speciale, nato durante i lunghi mesi di malattia

Visita anche il blog Ching e Coaching

la pagina FB Ching e Coaching

la pagina FB Volontà e Destino