Progetti

Molti anni fa uno psicologo mi disse che ho una capacità di problem solving esagerata. Per lui non era un complimento, ma per me sì. Viviamo un mondo complesso, in rapido e costante cambiamento: siamo in quella che il sociologo Zygmunt Bauman ha definito società liquida.

Ognuno trova le proprie risposte e le proprie soluzioni, e ognuno ha la propria bussola: anch’io.

Per me i principi guida sono una frase di Thomas Moore:

Che io possa avere la forza di cambiare le cose che posso cambiare,

che io possa avere la pazienza di accettare le cose che non posso cambiare,

che io possa avere soprattutto l’intelligenza di saperle distinguere.

La volontà di trovare soluzioni ai problemi, cambiando dunque ciò che posso migliorare.

Infine, ma non certo meno importante, la costruzione del futuro desiderato, grazie alla Vision, al costante apprendimento, al superamento di modelli mentali e al pensiero sistemico.

Ciò guida la mia vita e la mia attività professionale, e in questa cornice abitano i progetti trasversali.

I miei principali progetti trasversali sono

Comunicazione e salute
Saggezza antica e scoperte recenti.

Comunicazione e salute significa rendere fruibili per tutti gli attori interessati, medici, farmacisti, pazienti e operatori sanitari, gli strumenti utili tratti dalle tecniche di comunicazione, di gestione o da qualunque scuola mi sembri interessante.

Personalmente ritengo che quelle che vengono comunemente definite medicine alternative abbiano molto da offrire, ma non credo nella dicotomia esistente tra la medicina occidentale, come i farmaci innovativi o gli strumenti diagnostici di avanguardia, e altre forme di guarigione o supporto alla salute. Credo in quella che viene chiamata medicina integrata, o medicina sistemica, che viene sempre più convalidata dagli studi di neurofisiologia.

Il grande vantaggio, per me, di questo progetto è che mi permette di studiare costantemente e scoprire continuamente qualcosa di nuovo. Il vantaggio per chi mi segue credo che sia nella facilità con cui può integrare nella sua attività professionale o nella sua vita come paziente o familiare di un paziente, gli strumenti che vengono man mano proposti. Ciò perché mi piace abbinare e integrare teoria, esercizi, test, giochi di apprendimento esperienziale, selezioni di libri e video che possono essere utili.

Il progetto si realizza attraverso i miei siti, corsi in aula e on line, FAD (corsi di formazione a distanza) e anche tramite collaborazioni con aziende farmaceutiche o ordini professionali.

Saggezza antica e scoperte recenti

Ci sono testi, come l’I Ching, la Kabbalah, il libro dei Veda, e pratiche di ben-essere, come la meditazione, che sono arrivati a noi attraversando migliaia di anni. Ci sono principi etici che hanno varcato i secoli. E poi ci sono le novità, come le cinque discipline di Senge, la Theory U di Scharmer, la tecnica di multiple Brain Integration Techniques (mBIT), le recenti scoperte di neurologia, …

Personalmente trovo affascinante recuperare il filo conduttore tra la saggezza antica e le innovazioni del nostro tempo, come dimostrazione dei principi di etica e umanità.

Al di là di studiare e rimanere aggiornata, il mio primo passo concreto in questo progetto è stata la rilettura dell’I Ching in chiave business secondo il moderno linguaggio: è la parte dedicata al manager nel mio libro Volontà e Destino – l’I Ching come mentore nella vita quotidiana e, sempre nello stesso libro, l’impiego dell’I Ching come supporto al coaching e al counselling.